38 Primo piano AA
AA
tracce 4/2020
Note
Sottolin.
«Nonneescidasolo» PaoloPerego Ilbloccodelleattività,letroppeincognite,ilrischiodifallire.Dall’albergatorealproduttoredivino,allafabbricadicisterne,ilgraveimpattoeconomicodell’epidemiaraccontatodapiccoliemediimprenditori.Comesifaacontinuare?

Spreadinsalita,borsetracrollierimbalzi,smartworking,aziendechepianopianochiudonoglistabilimenti,altrecheresistono,comepossono,inmezzoacalididomandaefatturedariscuoterechissàquando...Conlecittàchiuse.Lasituazioneperilmondodell’economiaedelleimpreseèincerta,traatteseetimori,conlagrandeincognitadiquellochestaaccadendonelrestodelmondo. Un’indaginediConfindustriahagiàmessoinluce,aiprimidimarzo,graviripercussioniintantisettori:il65%delleoltrequattromilaimpresechehannopartecipatoallostudioharegistratoincidenzenegative,soprattuttosulfatturato.PercentualichesialzanoinLombardiaeVeneto.Piùdellametàhadichiaratodidoverrivedereipianiaziendali,etantedovrannoridimensionarelastruttura. Unpiccoloviaggioinquestomondoloabbiamofattoanchenoi,pervederecosaecomestannovivendointanti.Ecosapuò“tenere”inunacircostanzatantodrammatica. «Èancoratuttofermo».FrancescoMonteverdi,sessantadueannienovefigli,lapiùpiccoladi12anni,guidal’aziendavinicoladifamiglia«daottogenerazioni»inunfazzolettoditerratraLodiePiacenza.«Novedipendenti,piùqualchecommerciale.Ingranpartefratelli,nipoti,cugini,figli.Unapiccolarealtàda3milionidifatturato,vocatasoprattuttoall’estero».Lavitaerasplendida,levignesuicolligiàgemmavano...«Adessofacciamoiconticonquellochestaaccadendo».Conilfatto,peresempio,che«tuttiinaziendaabitiamoaCasalpusterlengo,nelcuoredellaprima“zonarossa”creataperarginarel’epidemia,mentrelastrutturaèappenafuori,aBorgoSanGiovanni».Tradotto,findasubitononc’eraneppurelapossibilitàdiandareadaprireaicamionchedovevanocaricareescaricare.Tuttobloccato.«Nientesmartworkingpernoi». Parladiunanuovavita,fattadipasseggiateneicampi,adistanzadaglialtri.«Nelmiolavorononèconcepibile,perchéèfattodirapportiecontattipersonali.Onlinenonèuguale».Ecosìlavita:«Parlandoconmiofiglio,sidiscutevadelmododisalutarsichealcunigiovaniusanogià:gomitocontrogomito,scarpacontroscarpa...Iohobisognodiabbracciare!Miamoglie,io,vogliobaciarla».Oggicisiparladaportechiuse,otraireticolatideigiardini.«Horitrovatogentechenonvedevodaanni,che,sapendochesonoimplicatoinAssolombardaaLodi,michiedeconsigli».Impresedicateringchesisonoritrovatesenzaprenotazioni,attivitàbloccatesenzafornitureeordini...«Elerichiestecheiprodottiabbianolacertificazionediessereesentidavirus.Macomesifa?Chidovrebberilasciarlaaunochefaricambiperauto?». Eppure,anchecosìpuòessereunasfidaentusiasmante,diceMonteverdi:«Lecondizionisonoqueste.Ripartiremodadovesipotràripartire.Mastiamoscoprendocosenuove.Sullavoro,ascuola,neirapporti...Cisonotantepersoneconcuipossofarequestastradachesiapre.Nonriescoaimmaginarechesaràtuttocomeprima.Ela“dimensioneindividualistica”sullavorostacedendoilpassoaunadimensionecomunitaria.Perchénonneescidasolo,devimetterticonqualcunaltro».Servonocompagnidistrada«inquestotunnelchenonpossiamoevitare»,diceCarloFabbri,albergatoreriminese,conleattivitàaVerona,FerraraeFolgaria,inTrentino.Duehotelbusinesseunastrutturaperilturismofamiliareinmontagna.«Ripercussioni?Molte,ancheparlandoconamiciecolleghi».Unsettorecolpitofindalleprimeoredell’emergenza.Eoraèancorapeggio,conilbloccodelleattività.«Conalcuniabbiamosentitosubitoilbisognodiguardarciinfaccia,diraccontarciquellochestiamovivendo.Maconlosguardorivoltoinavanti». Carloraccontadicontatticonleistituzioni,diproposteperilfuturo,diideedamettereincamposubito,appenasaràfinital’epidemia.«Promozioniall’esteroperdirneuna,insinergiaconleamministrazionilocali».Alcunicolleghisonodisperati,hannostrutturepiccoleedevonopagaregliaffitti:«Iononsonodisperato,nonsoneppuresesononellalistadiquellichedovrannochiudere.Manonsonosolo,cisonopersonechetifannostaredavantiallarealtà.C’èunproblema?Proviamoarisolvere,acercareunastrada».Parladiunacompagniadiamicidelmovimento:«Dellafede,chemisostiene.L’altrogiorno,facendoScuoladicomunità,siparlavadelBattesimocomedelmomentoincuiCristoinizialasuabattagliaperpossederti.Questabattagliaèancheora». UnoabituatoacombattereearilanciaredasempremaancoradipiùinquestigiornièFabioMarabese,ceodiSeingim,unarealtàvenetachesioccupadiprogettiingegneristicipergrandiaziendeeindustrie,soprattuttoincampoenergetico,ecresciutatantonegliultimianni. «ClientiinItaliaeall’estero,con200dipendentiin8sedisparsenelPaese».Orasonoquasituttiallavorodacasa:«Quellochefacciamo,inparte,loconsente.Eraunprogettocheavevamoiniziatoastudiare,esiamostaticostrettiametterloinpratica».Ilproblemaprincipale,almomento,sonolefattureinsolutedeiclientibloccati:«Selebanchenonciaiutano,comefacciamoapagareglistipendi?Iomelapossocavare,matantinoncelafanno».Tuttavia,ilfuturopuòessereun’opportunità:«Cisonogliaspettinegativichesappiamo.Mastiamoriscoprendoaltrivalori,anchenelmododilavorare.Ilfaresquadra,peresempio,anchedacasa.Dall’estero,oraancoradipiù,ciguardanotutti:siamoquellichesannorisolvereiproblemi,loabbiamosemprefatto».Servonomossedecisedelleistituzioni«perconsentirci,adessoeanchedopo,diesserequellochesiamo:imprenditori.Nonpossiamoperdercidietroaburocrazieelacci.Oggitantisonosoli,soprattuttoipiùpiccoli.Occorresostenerli». Traquesti“piccoli”c’èlaligureFratelliBonaSncdiChiavari.«Io,miofratello,unamicoeunragazzocheèconnoidapoco»,diceSamuele,classe1980.Fannoristrutturazioniefiniturediinterni,un’avventurapartitatreannifa«tramillefatiche,macihomessotuttoquellocheavevo».Ultimamentegliaffariandavanobene:«Ungirodiclienti,tantipreventivieprogetti».Oraètuttoun’incognita. Perlavorarebisognaandareincantiere,acontattoconidraulici,elettricisti...«Stamattinailnostrofornitorehachiuso.Esenonlavoriamononcipagano».Lasituazioneèdifficile:«Uncaroamicoèinospedale,sonoanchepreoccupatoperimiei»,racconta.«Sonoabituatoall’incertezza,all’instabilità.Conun’aziendagiovaneèall’ordinedelgiorno,soprattuttoall’inizio.Manonhomairinunciatoadattendermiqualcosa,forseancheconingenuità,daciòchefaccio».Parladirapportiumaniconfornitorieclienti«acostodismenarci»,diamoreperlarealtà,anchenelmettereloscotchsullozoccolino:«Lagenteseneaccorge.Èqualcosachehoimparato,cheèdiventatomionelmovimento,ma“paga”ancheallavoro».Epuoivederequalcosa“perte”ancheadesso:«Stamattina,andandoafarelaspesa,hovistochelagente,ora,tiguardanegliocchi,emagaritisorridesottolamascherina,mentresicercaconimbarazzodimantenerequelmetrodidistanza.Quel“perme”stagiàavvenendo». VivelastessacosaancheMarioRoncaglio,45anni,diSoresina,guidadiunapiccolafabbricanelcremonese:«Facciamocisterneinacciaioperillatte.Findallafinedifebbraioabbiamoavutoproblemi».Quindicigiorniinquarantenaperlui,intanto,isolatodamoglieefigli,peraverpranzatoconunapersonacontagiata:«Etantiamicieconoscentimortioricoverati.Quipertuttiècosì».Ancheinazienda,incuièrientrato«comesipuò»dapochigiorni:«Lapaura,itimorilihannotutti,ancheimieidipendenti,purabituatialavorareconsaldatricieflessibiliagrandialtezze».Genteconilpelosullostomaco,insomma,chel’altrogiornoascoltavainsilenzioleparolediMario,«chenonsonounochesafarediscorsi.Chiuderemosecidirannodichiudere»,hadettoaisuoi“ragazzi”:«Qualcunohafattoobiezioni,anchemalamente.Macosavuoidirgli?Lapauraèditutti...Ilpuntoècomecistaidavanti».Cioè?«Io,ancoradipiùoggi,mialzoallamattinaemiaccorgodiesserci,direspirare.Echenonèscontato.Ladomandachestanellapaura,infondo,apartiredaquel“maneusciremo?”chetantitibuttanoaddosso,èdiqualcunochetistiavicino.Pernon“schiodare”,nonesplodere.Cosìl’altraserahoprovatoadirloancheaglioperai:“Guardatechelapaurafapartedellavita,ègiustoaverlaanchesepassisotto20tonnellatedicisterna.Mafinoaquasiamoarrivatitutti,comesiamo”.Unpo’cretini,magari,qualcunotiratoviadallastrada...Insomma,guardandonegliocchilagentesemprepiùmeneaccorgo:qualcunofinoaoggihapensatoanoi,ame.Daquisiriparte.Esicammina».